Il significato della transizione ecologica

transizione ecologica

Il significato della transizione ecologica è uno dei grandi temi del nuovo millennio. In questo articolo proveremo a capirci qualcosa di più rispetto a questo complesso procedimento.

Transizione ecologica: il significato e perché abbiamo bisogno di un futuro sostenibile

La transizione ecologica è un processo continuo di cambiamento da un modo di produrre e consumare a un altro. Richiede una trasformazione nel modo in cui produciamo, consumiamo e viviamo.

Alcuni ecologi sostengono che l’ecotransizione richiederà un cambiamento radicale nel modo in cui viviamo le nostre vite, mentre altri la vedono come un’opportunità per migliorare il benessere umano, migliorare la conservazione della biodiversità e migliorare i servizi ecosistemici.

Introduzione: definizione di movimento ecologico e come è diverso da un movimento verde

Un movimento ecologico è un movimento sociale, economico e politico che si concentra sulla protezione dell’ambiente naturale. Non deve essere confuso con un movimento verde.

Un movimento verde si concentra sul conservazionismo e sull’ambientalismo per promuovere fonti di energia e metodi di trasporto non inquinanti, nonché un maggiore riciclaggio e un’agricoltura sostenibile. Si basa su un’ideologia ambientale nota come ecomodernismo che si concentra sull’innovazione tecnologica per risolvere i problemi ecologici attuali.

Che cos’è la transizione ecologica?

La transizione ecologica è un cambiamento nel modo in cui un’economia è strutturata, di solito dall’estrazione di risorse naturali a un’economia che ha una crescita sostenibile. Le transizioni ecologiche sono spesso motivate da preoccupazioni ambientali, ma sono state anche guidate da desideri di giustizia sociale e conservazione culturale.

Sebbene possa sembrare che una transizione verso la sostenibilità sia costosa, ci sono molti modi in cui può essere vantaggiosa, dal punto di vista ecologico, per un’economia. Costruendo industrie sostenibili con meno impatto sugli esseri umani e sugli ecosistemi, non solo l’ambiente ne trarrà beneficio (avendo meno inquinamento), ma anche la società (avendo habitat più sani).

Ci sono tre strategie principali per muoversi verso la sostenibilità. La prima strategia è smettere di usare risorse non rinnovabili, la seconda è ridurre l’uso di risorse non rinnovabili e l’ultima è aumentare le fonti di energia rinnovabili.

La transizione ecologica e il cambiamento climatico

Uno degli aspetti più grandi e importanti della transizione ecologica è l’impatto sui cambiamenti climatici. La transizione verso l’energia verde ha un enorme impatto non solo sul nostro ambiente, ma anche sulla nostra salute e benessere. La transizione verso l’energia verde sta avvenendo in tutto il mondo e dobbiamo capire che questa transizione non avverrà dall’oggi al domani.

Alcune altre eco-transizioni includono: riciclaggio, gestione dei rifiuti, edilizia sostenibile, agricoltura sostenibile, trasporto sostenibile.

M5S e la transizione ecologica

Il Movimento 5 stelle si può definire un movimento verde a tutto tondo. Basti pensare che, al proprio interno, il MoV ha un comitato politico dedicato appositamente a questo tema importantissimo.

Il Movimento 5 Stelle sta puntando molto sui Comitati, tra cui quello della Transizione Ecologica, individuando politici di primo piano impegnati da anni nel settore. Ciascun Comitato, nelle materie di propria competenza, dovrà contribuire all’azione politica del Movimento 5 Stelle con proposte ed espressione di pareri, che saranno fondamentali per le azioni di consulenza e supporto del Consiglio Nazionale. 

Leggi anche: M5S Latina presenta un’istanza in Consiglio comunale