Rivoluzione verde e transizione ecologica

<<La Missione 2 del PNRR – Rivoluzione verde e transizione ecologica – si prefigge l’obiettivo di colmare le lacune strutturali che ostacolano il raggiungimento di un nuovo e migliore equilibrio fra natura, sistemi alimentari, biodiversità e circolarità delle risorse, in linea con gli obiettivi del Piano d’azione per l’economia circolare varato dall’Unione europea nel marzo del 2020>>.

Essa costituisce di fatto il settore del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dove il Ministero della Transizione Ecologica prevede di svolgere il maggior numero di attività.

In questa direzione va la Delibera, elaborata dall’assessore alla Transizione Ecologica Dr.ssa Adriana Calì, approvata ieri dalla Giunta comunale. Detta delibera è finalizzata ad assicurare la partecipazione alla Manifestazione di Interesse per “Lazio in Transizione”, importante opportunità mirata alla ricognizione di idee e fabbisogni per l’elaborazione del Piano di Transizione Ecologica della Regione Lazio.

Al riguardo, i progetti sui quali l’amministrazione di Latina ha deciso di puntare sono i seguenti:

– il potenziamento del programma Upper già in corso, teso a realizzare azioni urbane innovative, con particolare riferimento al contrasto delle “isole urbane di calore”, ovvero il microclima più caldo che si sviluppa nelle aree centrali cittadine rispetto alle circostanti zone rurali, con differenze anche di 5 gradi;

– il parco urbano, ovvero azioni di riqualificazione, bonifica e messa in sicurezza di zone degradate anche per la presenza di discariche abusive (i quartieri interessati sono Gionchetto, Pantanaccio, Villaggio Trieste e Piccarello). In tale ambito sono previsti, inoltre, la realizzazione di aree attrezzate, interventi di riforestazione urbana e un ecosistema filtro per la fitodepurazione;

– i percorsi ciclopedonali integrati con il parco urbano, aventi l’obiettivo di collegare il centro città sia alle Ciclovie del Sole e Francigena, sia al mare. In tale contesto è previsto il collegamento anche ai siti d’interesse turistico Satricum e Ninfa.

Progetti di particolare rilevanza per il nostro territorio che prevedono un finanziamento complessivo di 14 milioni di euro.Il M5S Latina non può che dirsi soddisfatto del lavoro fin qui svolto dal proprio assessore di riferimento che, interfacciandosi con le associazioni e i comitati civici interessati a promuovere i sopraccitati progetti e a collaborare alla loro realizzazione, ha dimostrato una particolare sensibilità nell’ascolto proattivo e nella valorizzazione della “cittadinanza attiva” che ha a cuore il proprio territorio.

Il lavoro di squadra è fondamentale ed è per questo che il M5S Latina, con specifici gruppi di lavoro, si è organizzato per fornire il massimo supporto sia alla Dr.ssa Adriana Calì che al portavoce comunale Gianluca Bono.